Alessandro Gino e Marco Ravera al Colli del Monferrato 2018

Alessandro Gino sbaraglia la Ronde Colli del Monferrato

Pronostico rispettato alla ventunesima edizione della Ronde Colli del Monferrato e del Moscato, che va ad aggiungersi alla ricca bacheca dei trofei di Alessandro Gino. Il pilota cuneese, navigato da Marco Ravera sulla Ford Fiesta WRC, non ha però avuto vita facile e quella andata in scenda tra le colline del Monferrato è stata una sfida avvincente. Sul secondo gradino del podio troviamo Gianluca Verna e Fabio Ceschino, su Skoda Fabia R5 del VM Motor Team, che hanno comandato la classifica fino a metà gara, dimostrandosi molto veloci all’esordio sulla vettura céca.

A completare il podio c’è un’altra Skoda Fabia, quella targata Turismotor’s di Patrick Gagliasso e Dario Beltramo, che sono stati costantemente la terza forza in campo. Quarta posizione per la Mitsubishi Lancer N4 di Emanuele Franco e Diego Sacco, New Driver’s Team, seguiti da Mirko Pettenuzzo e Daniele Araspi, su Ford Fiesta R5 della Meteco Corse e da Fredrik Fassio con Andrea Rossello su un’altra Ford Fiesta targata VM Motor Team. Prestazione da incorniciare per Loris Ronzano e Gloria Andreis, primi tra le due ruote motrici e settimi assoluti con una Peugeot 208 R2B della Turismotor’s, autori di una bella lotta con Alessandro Cresto e Simone Sparvieri, alla fine ottavi con una Renault Clio Williams A7 della Due Gi Sport. Nona posizione per Diego Donato e Luca Culasso (Ford Fiesta R5, VM Motor Team), mentre chiudono la top ten Roberto Iemmola e Matteo Angiulli, su Fiat Punto Super 1.6 del VM Motor Team.

Sul podio il vincitore Alessandro Gino ha dichiarato: “Oggi è stata dura e devo ringraziare il team, che mi ha consigliato un cambio di gomme radicale. Quella è stata la mossa vincente, ma devo ammettere che Verna oggi è stato un avversario veramente ostico e voglio complimentarmi con lui per la sua velocità”. Nel dettaglio, le prove speciali decisive sono la PS3 e la PS4. Sulla PS3, la risposta di Gino non si fa attendere. Il cuneese sfrutta il parco assistenza per scegliere un tipo di gomma differente (monta le Michelin al posto delle solite Pirelli) e per fare qualche importante modifica all’assetto della Fiesta. Il risultato è una vittoria netta, con il tempo di 5’42”2, dimostrazione che l’asfalto si è anche notevolmente asciugato.

Verna è costretto ad inseguire a 6”5, mentre Galgiasso è terzo a 10”8. Quarto tempo per Franco a 19”1, seguito da Pettenuzzo a 19”9. Nella generale Gino passa così in vantaggio con 3”5 su Verna e 16”4 su Gagliasso. Sulla PS4, infine, Gino chiude in bellezza, migliorando il tempo del passaggio precedente. 5’41”4 il tempo del pilota Ford, 1”6 meglio di Verna e 7”8 meglio di Gagliasso. Quarto tempo per Franco, seguito da Pettenuzzo e da Fassio.