Al Rally Lana Storico festeggia Lucio Da Zanche

Al Rally Lana Storico festeggia Lucio Da Zanche

Sulla PS1 Baltigati, di 13,12, chilometri sono due biellesi sulle Posche 911 del 2° Raggruppamento ad aprire le danze. Davide Negri realizza il miglior crono sulla prova speciale d’apertura “Baltigati” in 9’21.1 proprio davanti all’altro pilota di casa Marco Bertinotti a +4’’. Pagano un buon distacco nei primi chilometri i top driver del 4° Raggruppamento, in tre racchiusi in circa 6 decimi. Margine dovuto soprattutto alle condizioni del fondo rimasto asciutto per questa prima speciale del rally. Lucio Da Zanche (Porsche 911) chiude terzo a +16.8’’ davanti al terzetto formato da Alberto Battistolli (Lancia 037), Totò Riolo (Subaru Legacy), “Lucky” (Lancia Delta Int.). Parte molto bene un altro biellese come Ivan Fioravanti (Ford Escort) che si candida subito per il vertice del 3° Raggruppamento. Paga invece la poca conoscenza della sua Ford Sierra Cosworth Gianfranco Cunico, che accumula un distacco dal primo di 24.6’’ nel crono iniziale dovuti anche ad un problema elettrico che si trascinerà anche per la prova successiva.

Sul secondo tratto cronometrato, la PS2 Noveis di 11,66 chilometri, inizia ad incidere la variabile meteo, con la pioggia e il fondo bagnato che favoriscono la trazione integrale della Lancia Delta tra le mani di “Lucky”. Il vicentino campione incarica s’impone al primo passaggio sulla “Noveis” in 9’51.1. Alle sue spalle ancora Negri, che stavolta paga 9.2’’ di distacco ma rimane momentaneamente al comando della virtuale classifica assoluta di gara. Significativo il margine dal migliore in prova per Riolo, che perde ben 23.8’’ con la sua Legacy sulla prova guidata e stretta del Lana. Il driver siciliano viene rallentato soprattutto per problemi con manicotto del turbo, staccato durante la prova.

Sulla PS3 RomaninaDue, di 10,92 chilometri, Franco Cunico sembra aver risolto i problemi elettrici che lo avevano rallentato nelle prime due speciali del rally. È lui il migliore sull’ultima prova del giro al volante della Ford Sierra, con la quale inizia ad entrare in sintonia. Tornano appaiati alle posizioni di vertice su questo tratto cronometrato “Lucky” secondo a +0.3’’, mentre chiude terzo a +1.7’’ Totò Riolo. Ancora tra i migliori Marco Bertinotti, che si conferma a ridosso dei migliori sfruttando al massimo la conoscenza delle prove. Quindi Alberto Battistolli perde diversi secondi con un approccio di guida spettacolare, soprattutto sugli storici tornanti gremiti di pubblico della “Romanina Due”.

Perde almeno 10’’ in questa piesse Davide Negri, che si gira su un tornante a metà speciale. Testa coda anche per Dino Vicario che incrementa il suo distacco dal diretto rivale di Gruppo 2 Valter Anziliero, ora davanti di 33’’ nella sfida di 2° Raggruppamento tra le Ford Escort RS. Migliora la prestazione di Angelo Lombardo (Porsche 911) che si riporta in zona podio virtuale per il 3° Raggruppamento, attualmente dominato dal driver di casa Ivan Fioravanti su Ford Escort RS. Nel 1° Raggruppamento invece riesce ad incrementare il vantaggio a 6.6’’ Nello Parisi nel duello con Marco Dell’Acqua, che lamenta un errata scelta di gomme sulla PS2 e PS3, i tratti bagnati di questo avvio del Rally Lana.

Classifica dopo PS3: 1. Lucky-Pons (Lancia Delta Integrale) in 26’18.1; 2. Negri-Coppa (Porsche 911) a 3.0; 3. Bertinotti-Rondi (Porsche 911 RS3) a 7.7; 4. Battistolli-Cazzaro (Lancia Rally 037) a 15.4; 5. Riolo-Rappa (Subaru Legacy Sedan) a 24″9; 6. Da Zanche-De Luis (Porsche 911 SC) a 27.7; 7. Cunico-Cirillo (Ford Sierra Cosworth) a 28.1; 8. Fioravanti-Canepa (Ford Escort RS) a 48.6; 9. Valliccioni-Cardi (BMW M3) a 53.4; 10. Fassina-Verdelli (Lancia Stratos) a 56.4.

Intensa e piena di colpi di scena la prima giornata di gara al Rally Lana Storico, quinto appuntamento del Campionato Italiano Rally Auto Storiche. Dopo 6 prove speciali disputate è ancora “Lucky” con Fabrizia Pons sulla Lancia Delta Integrale di 4° Raggruppamento ad avere in mano la classifica. Ma la sfida sembra ancora tutta da decidere dato che, dopo due scratch di “Lucky” sono arrivati due successi nelle prove conclusive di questa prima tappa per Lucio Da Zanche sulla Porsche 911 SC, affiancato da Daniele De Luis. Per la vetta della virtuale classifica assoluta, come per la leadership in gara nel “quarto”, sembra ormai un duello tra il pilota vicentino e il valtellinese, divisi da appena 4.2’’ quando mancano 4 prove al termine, tutte da disputare nella mattinata di domani domenica 23.

L’intera corsa del sabato è stata segnata dal meteo e dalla lotteria che riguarda la scelta degli pneumatici, che ha finito per condizionare la gara di molti equipaggi. Per ultimo proprio “Lucky” ha lamentato un’errata scelta di gomme per la fase in notturna, al secondo passaggio sui tre tratti cronometrati “Baltigati” “Noveis” e “Romanina Due”. Parentesi a fanali accesi che ha premiato appunto Da Zanche, riuscito a recuperare sulla PS5 3.7’’ e 10.5’’ sulla PS6. Quarto assoluto e terzo nel 4° Raggruppamento Alberto Battistolli, anche lui rallentato da un’errata scelta degli pneumatici per la sua Lancia Rally 037. Gara ad intermittenza per uno dei più attesi come Gianfranco Cunico. Dopo lo scratch sulla PS3 “Romanina Due” Cunico si è fermato per un morsetto della batteria saltato sulla PS5 “Noveis” dove ha perso ben 9’.

Dietro alla coppia di testa mette in evidenza il pilota di casa Marco Bertinotti, navigato da Andrea Rondi su Porsche 911 RS3, che sfrutta al massimo la conoscenza delle prove e si prende la vetta del 2° Raggruppamento sfruttando la debacle dell’altro biellese Davide Negri. L’altro pilota al volante di 911, con alle note Roberto Coppa, era autore di una prestazione importante fino alla PS5 “Noveis” quando la rottura di un bilanciere gli fa perdere diversi secondi in entrata per la prova e costringendolo a pagare 2’30’’ di penalità. Ora alle spalle di Bertinotti in raggruppamento c’è “Tony” Fassina su Lancia Stratos, comunque distante circa 1’20’’ dal rivale.

È bagarre anche per il 3° Raggruppamento, dove ora in testa alla speciale classifica c’è il giovane pilota siciliano Angelo Lombardo (Porsche 911) dopo aver recuperato il gap che lo separava da Ivan Fioravanti (Ford Escort RS), rallentato da un problema all’alternatore, nell’ultimo tratto cronometrato di questa tappa in notturna. Ora Lombardo davanti per soli 2 decimi. Piuttosto rammaricato invece Roberto Rimoldi su altra 911, frenato da un malfunzionamento dei fari al secondo passaggio sulla “Baltigati” e successivamente da un problema al cambio.

Anche nel 1° Raggruppamento c’è stata la rimonta nella seconda fase della giornata, con Marco Dell’Acqua che stavolta riesce a trovare la giusta soluzione per gli pneumatici riprendendosi il vantaggio in classifica rispetto al rivale Nello Parisi. Ora le due Porsche 911 S sono distanti 43.5’’ a favore di Dell’Acqua.

Classifica dopo PS6: 1. Lucky-Pons (Lancia Delta Integrale) in 52’59.2; 2. Da Zanche-De Luis (Porsche 911 SC) a 4.2; 3. Bertinotti-Rondi (Porsche 911 RS3) a 48.6; 4. Battistolli-Cazzaro (Lancia Rally 037) a 1’11.4; 5. Valliccioni-Cardi (BMW M3) a 1’55.8; 6.Lombardo-Livecchi (Porsche 911) a 2’04.1; 7. Fioravanti-Canepa (Ford Escort RS) a 2’04.3; 8. Fassina-Verdelli (Lancia Stratos) a 2’08.5; 9. Rimoldi-Consiglio (Porsche 911 SC) a 2’31.0; 10. Volpato-Sordelli (Ford Escort MK2) a 2’47.6.

Davide Negri risponde nella seconda giornata

La seconda giornata del Rally Lana Storico si apre nel segno di un pilota biellese. È Davide Negri che affiancato da Roberto Coppa sulla Porsche 911 riscatta la sfortunata prova di ieri aggiudicandosi le prime due prove della domenica. Due scratch consecutivi per il driver di casa che prova a limitare i danni recuperando terreno su “Tony” Fassina (Lancia Stratos) per provare a centrare il secondo posto nel 2° Raggruppamento e punti buoni in Campionato. Saldamente in testa al “secondo” c’è ancora l’altro pilota di Biella Marco Bertinotti (Porsche 911), che prosegue la sua corsa costante, sempre tra le prime posizioni, per provare a mantenere il podio assoluto dagli attacchi di Alberto Battistolli (Lancia Rally 037 di 4° Raggruppamento). Bertinotti si è affermato in seconda posizione, soltanto alle spalle di Negri, durante i primi due crono di oggi.

Avvincente soprattutto la sfida per il vertice della virtuale classifica assoluta, che ripropone il duello ravvicinato tra “Lucky”-Pons (Lancia Delta Int.) e Da Zanche-De Luis (Porsche 911 SC). Il vicentino leader assoluto del 4° Raggruppamento è riuscito ad incrementare il suo vantaggio sul tratto cronometrato iniziale della PS7 “Valdengo”, guadagnando altri 5.1’’ sul rivale. Il valtellinese a risposto alla prova successiva, la PS8 “Campore”, recuperando 3.3’’. Ora, all’intervallo di giornata con il rientro in assistenza, “Lucky” è ancora in testa alla gara con un margine di appena 4.9” su Da Zanche, a 23 km dal traguardo, divisi sulle due prove speciali del secondo loop.

A festeggiare il lana Storico è Da Zanche

E alla fine, a Biella, festeggia Lucio Da Zanche e Daniele De Luis su Porsche 911 SC al 9° Rally Lana Storico, quinto atto del Campionato Italiano Rally Auto Storiche. Il primo successo stagionale nel tricolore firmato ACI Sport per il valtellinese è arrivato proprio all’ultimo tratto cronometrato. Decisiva la speciale “Campore”, dove Da Zanche è riuscito a completare la rimonta su “Lucky” e Fabrizia Pons iniziata sin dalla prima prova del rally organizzato da Veglio 4×4, BMT Eventi ed AC Biella. Così, oltre ad aver vinto quattro speciali su dieci, Lucio Da Zanche ha sfruttato al massimo la reattività della sua Gruppo B di 4° Raggruppamento e recuperato ben 6.2’’ nei 23 km conclusivi.

Due scratch consecutivi che gli hanno permesso di sorpassare il rivale e centrare il bis al Rally Lana. A farne le spese è “Lucky” Battistolli che, pur faticando per la scelta degli pneumatici nella prima giornata e per il ritmo intenso nella seconda, era riuscito a stare davanti a tutti per gran parte della corsa al volante della Lancia Delta Integrale Gruppo A. Per il vicentino campione in carica arrivano comunque punti importanti grazie al secondo posto, che gli permettono di mantenere il vertice in Campionato. Rally da applausi per Marco Bertinotti. Il pilota di Biella affiancato da Andrea Rondi sulla Porsche RSR è riuscito a mettere a frutto la conoscenza delle strade di casa e intascare la vittoria nel 2° Raggruppamento, oltre al terzo gradino del podio assoluto.

Un risultato che conferma la sua leadership nel “secondo”, soprattutto grazie alla debacle dell’altro biellese e principale antagonista Davide Negri, con alle note Roberto Coppa sulla Porsche 911 RSR. Negri era partito alla grande nella prima giornata, candidandosi per la vittoria nel “secondo” come per un posto sul podio assoluto. Durante il secondo passaggio sulla prova notturna “Noveis” ha invece riscontrato un problema con una valvola che lo ha costretto a pagare 2’30’’ di penalità e lasciare la corsa alle posizioni che contano. Tra i due biellesi si è inserito “Tony” Fassina insieme a Marco Verdelli sulla Lancia Stratos, sempre costanti e alla fine secondi nella speciale classifica.