Angelo Sticchi Damiani, Presidente Aci

Aci Sport: ”riciclare” è la parola d’ordine delle nuove elezioni

La fine di 2020 coincide anche con la fine del quadriennio olimpico e l’inizio del nuovo. Tutti i licenziati sono chiamati ad eleggere i propri rappresentanti in seno ad Aci Sport, che a sua volta provvederà a rinnovare le cariche dei suoi rappresentanti, incluso il presidente. Angelo Sticchi Damiani si riconfermerà alla guida della federazione, su questo, ormai, non c’è alcun dubbio.

Ma chi sono gli altri candidati? Nomi nuovi pochissimi, quasi nulla. Si contano sulle punte delle dita di una sola mano. Nomi vecchi tantissimi, anche persone che dopo decenni non mollano per nostalgia. Cambiamenti di ruoli altrettanti, giusto per riciclare. Questo, almeno, si evince da una prima attenta analisi della lista dei candidati.

Per rappresentare i piloti rally in Aci Sport sono candidati: Anna Andreussi, Emanuele Inglesi, Fabio Pinelli, Gigi Pirollo, Simone Scattolin.

Per la velocità: Flavio Canino, Giuliana Duro, Mariolino Nicola Fava, Salvatore Lipari, Piero Longhi, Domenico Morreale, Oronzo Pezzolla, Riccardo Scandola.

Autostoriche: Andrea Barbaccia, Antonio Lavieri, Fabio Loperfido, Luca Monti, Andrea Quercioli.

Karting: Armando Battaglia, Salvatore Pinizzotto.

Tecnici: Paolo Andreucci, Giuseppe Zagami.

Per le scuderie e per gli organizzatori: Albiy Negri, Simone Capuano, Francesco Montagna, Claudio Zagami, Eleonora Rizzi, Giuseppe Licata, Carmine Capezzera, Grazia Bisazza, Giorgio Croce, Ernesto Cinquetti, Mauro Valerio, Renzo De Tomasi, Antonino Esposito, Giuseppe Denisi, Gianluca Marotta, Gino Taddei, Fiorenzo Dalmeri, Luciano Carboni.

Per gli ufficiali di gara: Alessandro Battaglia (direttore di gara), Moreno Maestri e Gennaro Pezzella (commissari tecnici), Giuseppe Minasi, Francesco Ramini e Alessandro Tibiletti (commissari sportivi), Giovanni Bisso, Isidoro Broggi, Marcello Carattoli, Antonio Grande, Gianluca Nataloni, Fabrizio Onorati, Carmela Perilli, Alessandro Ricci, Pietro Rizzuto, Moreno Rosso, Sandro Sciommeri, Giuseppe Scutra, Renzo Serrani.