Paolo Andreucci, Rally Targa Florio 2021

Aci sosterrà la Targa Florio, parola di Sticchi Damiani e di Settimo

“La 106^ Targa Florio si svolgerà regolarmente”, lo ha assicurato il presidente dell’Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani che ne ha dato assicurazione al delegato regionale Daniele Settimo, appena uscita la notizia della richiesta di commissariamento dell’Ac Palermo.

“La Targa Florio non corre alcun rischio – afferma il presidente ACI Angelo Sticchi Damiani – come fatto in passato continueremo ad essere al fianco ed a supporto di un evento siciliano che è patrimonio dello sport e della storia dell’automobilismo. Le donne e gli uomini dell’Automobile Club D’Italia sapranno offrire le proprie competenze professionali affinché sia la 106^ Targa Florio, sia la Targa Florio Classica abbiano il loro regolare e sereno svolgimento”-.

Anche il delegsto regionale e presidente della Commissione Rally Daniele Settimo riafferma il concetto espresso dal Presidente ACI dopo numerose richieste di informazioni giunte. “In questi giorni sono in costante contatto con il Presidente Angelo Sticchi Damiani – ha dichiarato Daniele Settimo – ero certo che l’Automobile Club D‘Italia anche questa volta avrebbe fornito solido supporto agli eventi importanti ed anche in questa occasione ha fatto immediatamente sentire la sua efficace presenza. Sia la 106^ Targa Florio del 6 e 7 maggio, sia la Targa Florio Classica ad ottobre saranno regolarmente disputate con l’intervento diretto di ACI Sport. Il terzo round del Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco e l’appuntamento con il Campionato Italiano Grandi eventi non corrono rischi organizzativi ed i rispettivi staff continuano il proprio lavoro secondo programma. Il dialogo con l’ing. Angelo Sticchi Damiani è sempre molto intenso e concreto, per cui ho ricevuto informazioni rapide e precise già durante l’ultimo Consiglio Generale ACI e desidero condividerle con tutti gli sportivi della regione”.

Dichiarazioni congiunte che lasciano intendere perfettamente quanto abbiamo supposto, cioè che Aci Sport, come federazione, avrebbe aiutato il rally sull’Isola da corsa.