Takamoto Katsuta

Aaron Johnston nuovo co-driver di Katsuta in Finlandia

“Voglio trovare un senso a tante cose… Anche se tante cose un senso non ce l’ha, ah…”, cantava Vasco Rossi in uno dei suoi brani più celebri. E’ proprio un senso questo continuo cambi di navigatori sembra non averlo. Almeno per noi. Cosa c’è dietro? Interessi di team manager? Motivi economici, che magari neppure portano i risultati sperati?

In una settimana è successo di tanto: prima la separazione dopo quattro stagioni tra Adrien Fourmaux e Renaud Jamoul, avvenuta da quanto si dice per incompatibilità caratteriali tra i due (quattro anni ci metti a capire che non vai d’accordo con qualcuno a cui affidi la tua vita…). Al posto del belga per il prossimo Finlandia arriverà Alexandre Coria, co-driver di Yoann Rossel nel WRC3 e pupillo di Sébastien Ogier e della FFSA.

Altra separazione clamorosa è stata quella tra Oliver Solberg e Aaron Johston, divorzio arrivato a sorpresa appena 24 ore dopo quello tra Fourmaux e Jamoul. In pole position per sostituire Johnston c’è il connazionale Sébastian Marshall, che ha già navigato il talento scandivano all’Arctic Rally.

Ma questo continuo cambio di navigatori poteva finire qui? Assolutamente no, oggi è arrivata la notizia di un nuovo cambio di coequiper. Stavolta a cambiare (per la terza volta in stagione) è Takamoto Katsuta, che si trova costretto a sostituire Keaton Williams, alle prese con improvvisi problemi famigliari che lo terranno per un po’ di tempo fuori delle corse. A sostituire l’irlandese, sarà Aaron Johnston. Con un post sui social “Taka-San” saluta l’irlandese con cui ha condiviso l’abitacolo in Belgio e dà il benvenuto all’ex co-driver di Oliver Solberg.

“Ringrazio Keaton per il grande lavoro svolto assieme. A volte la vita può essere veramente dura, ti capisco perfettamente e capisco la tua decisione. Spero che tornerai su un’auto da rally, appena tutto sarà risolto. Sei un’ottimo navigatore… Sii forte. Al mio fianco in Finlandia ci sarà Aaron Johnston! Sono entusiasta, voglio ringraziare Dan Barritt per l’enorme supporto che mi ha dato in questi momenti”.

In contemporanea è uscito anche un “tweet” di Keaton Williams che ha voluto ringraziare tutti per il supporto ricevuto nei momenti più difficili: “Come molti di voi sapranno, ho dovuto ritirarmi dall’Acropolis Greece WRC per motivi personali. Sfortunatamente, la questione non si è risolta e devo mettere in standy-by la mia stagione. Grazie a tutti per i messaggi di supporto, spero di potervi rivedere al più presto lungo le prove speciali”.