Teemu Suninen e Andrea Adamo

A Teemu Suninen la quarta Hyundai i20 nel WRC 2023?

Ci sono stati molti casi in passato in cui i grandi piloti di oggi hanno avuto difficoltà ad emergere e lo stesso Ott Tanak ne è un esempio lampante e in attività. Non ci sembra che Suninen abbia la stessa fibra di Tanak, capiamoci, ma è tutt’altro che un pessimo pilota.

Anche grazie alle intuizioni di Andrea Adamo, Teemu Suninen ha trovato un buon “porto” in cui rifugiarsi momentaneamente nel WRC2 con la Hyundai, ma se l’idea dei coreani di avere quattro vetture nel prossimo WRC dovesse andare avanti, per mezzo dei buon uffici di Marcus Gronholm, il pilota finlandese avrebbe buone possibilità di entrare a far parte del team ufficiale Hyundai Motorsport.

Dani Sordo ha avvertito da tempo che non vuole fare stagioni complete e che va avanti ormai da diversi anni, quindi in questo caso c’è sempre spazio per condividere i rally con un altro pilota: nel 2022 è stato Oliver Solberg a venire gettato nella mischia con pochissime basi.

Con Suninen la formazione Hyundai potrebbe essere stravolta, anche per via dei contratti in scadenza (con opzioni di rinnovo) di Thierry Neuville e Ott Tänak, quest’ultimo potrebbe decidere di migrare in M-Sport o restare a casa. Entrambi gli scenari sono ottimali per il futuro di Suninen, che dopo aver avuto alcune opportunità mal sfruttate, adesso a Hyundai inizia a piacere.

Ci sono stati molti casi in passato in cui i grandi piloti di oggi hanno avuto difficoltà ad emergere e lo stesso Ott Tanak ne è un esempio lampante e in attività. Non ci sembra che Suninen abbia la stessa fibra di Tanak, capiamoci, ma è tutt’altro che un pessimo pilota.