Chentre-Florean, Rally Il Grappolo 2021

A Pontinvrea arrivano la Rallyterapia e la Mototerapia

Da sempre lo sport motoristico è in prima linea quando c’è da star vicino a chi soffre ed è sempre pronto a regalare un sorriso a chi vive momenti di difficoltà. Uno degli esempi più belli e fulgidi sono sicuramente la Rallyterapia e la Mototerapia nazionale, evento organizzato da Vanni Oddera e dal suo team con il supporto del comune di Pontinvrea, della Regione Liguria e di tanti altri piccoli e grandi sponsor che si sono messi a completa disposizione per regalare una giornata di spensieratezza a chi soffre. A questa manifestazione saranno presenti anche delle bellissime vetture da rally con conduttori d’eccezione come Fulvio Florean (Skoda Fabia Rally2), Andrea Pulvirenti (Peugeot 208 Rally4), Daniel Terroni (Peugeot 208 R2) e Alessandro Cadei (Citroen DS3 R3T).

Per chi non lo conoscesse, Vanni Oddera è un campione di motocross freestyle, che ha inventato la Mototerapia nel 2009 lungo i corridoi dei reparti di Ematologia e Oncologia dell’ospedale pediatrico genovese, e da allora ogni anno ha escogitato visite, esibizioni di salti acrobatici con la sua moto, feste, donazioni e molte altre iniziative per sostenere il cammino dei piccoli malati oncologici. Un modo per donare le proprie passioni ai ragazzi più fragili, con l’unico scopo di quello di migliorare il mondo intorno a lui.

Dal 2012 è nata una vera e propria collaborazione con l’ospedale Gaslini, con un progetto dal nome “Freestyle Hospital”, che ha portato le moto all’interno dei reparti pediatrici-oncologici. Abbiamo sentito Andrea Pulvirenti e Alessandro Cadei che ci hanno raccontato i dettagli e le emozioni di questa bellissima iniziativa che si svolgerà nella giornata del 28 luglio dalle 10 alle 22.

Vanni Oddera
Vanni Oddera

“Questa manifestazione nasce da un’idea di Vanni ci racconta Andrea – Lui è un campione mondiale di freestyle, che ha fatto della sua passione e del suo lavoro, che sono i salti con le moto, un qualcosa di fantastico per i ragazzi e le persone disabili. Vanni dal 2017 ha voluto creare questa manifestazione a favore delle persone disabili, nel corso degli anni questa manifestazione è cresciuta sempre di più fino a far confluire a Pontivrea persone da ogni angolo d’Italia. Questi ragazzi vengono appositamente per poter girare con le moto di Vanni e dei suoi collabori”.

“Parallelamente a questa è nata anche la Rallyterapia – prosegue Andrea -. Alcuni piloti del savonese sono stati scelti da Vanni, per portare con le vetture da rally questi ragazzi. Assieme a degli amici che fanno i cronometristi, abbiamo creato una piccola prova speciale di 400/500 metri, per far vivere l’emozione di una prova speciale vera a questi ragazzi, naturalmente guidando a passo d’uomo. L’emozione di vedere i sorrisi e il fatto di entrare in un’auto da corsa, ti ripaga di tutto, perché vedere questi bimbi sorridenti ti da una carica enorme. Lui è l’unico pilota al mondo ad avere il marchio del Gaslini sulla sua tuta da gara, per noi averlo vicino è fondamentale ed importantissimo nel nostro cammino”.

Gli fa eco Alessandro Cadei: “Per me è la seconda volta che partecipo alla mototerapia che si svolgerà a Pontivrea. Vanni lo abbiamo visto in televisione e in diverse altre occasioni portare con le sue moto elettriche i bambini e le persone con disabilità e altre patologie. Sono emozionato, felice e molto contento di far parte di questo progetto, per me portare questi ragazzi a far un giro con la Citroen DS3 è sempre un qualcosa che mi fa star bene e mi ripaga nel profondo del cuore”.