, ,

1634 chilometri di prove, ecco l’East African Safari Classic Rally

Sono 63 gli equipaggi al via. Tutti contro Balder Chager al Safari Classic Rally, ci saranno anche tre equipaggi italiani al via della gara africana.

Giunto all’undicesima edizione l’East African Safari Classic Rally, ha richiamato al via 63 equipaggi che si sfideranno su un percorso di ventiquattro prove speciali per un totale di 1634,19 chilometri cronometrati. Prove lunghe e insidiose, con chilometraggi molto importanti. Basti pensare che la prima speciale del rally sarà lunga 120,86 chilometri cronometrati, mentre per le restanti il chilometraggio varia dai 32 chilometri della più corta ai 97 chilometri della PS12. Nonostante questo chilometraggio monstre, il rally organizzato dalla East African Safari Rally Ltd, che si svolgerà dal 9 al 18 dicembre, ha richiamato in Kenya un elenco iscritti di alta qualità con 63 equipaggi che si sfideranno in dodici giornate di gara. Il menù è di quelli da leccarsi i baffi.

Numero uno sulle fiancate e ruolo di favorito alla vittoria finale per il locale Balder Chager. Il quattro volte campione keniota, navigato dallo zimbabwese Gareth Dawe sarà al via della gara con una Porsche 911 SC, con il chiaro intento di bissare il successo ottenuto nella passata edizione. Altro equipaggio che parte con i favori del pronostico è quello formato dall’austriaco Kris Rosenberger e dal tedesco Nicola Beicher, anche loro in gara con una 911 SC, preparata dalla Tuthill Porsche.

Proveranno a recitare un ruolo da outsider l’olandese Remon Vos (Porsche 911 SC) affiancato dall’esperto belga Stephane Prevot, il locale Piers Daykin (Datsun 280Z) e il sudafricano Geoff Bell. Al via anche alcuni volti noti del WRC, come il greco Jourdan Serderidis in gara con una Porsche 911 SC navigato da Grégoire Munster, i francesi Frédéric Rosati e Philippe Marchetto anche loro iscritti con una Porsche 911 e P.G. Andersson, l’ex campione del mondo Junior 2004 e 2007 detterà le note al cipriota Evgeniy Kireev.

Tre gli italiani al via della gara, col numero 45 sulle fiancate troviamo Eugenio Amos in coppia con Paolo Ceci su Porsche 911 SC. Nella passata edizione, Amos chiuse la gara in settima posizione assoluta facendo segnare tempi di assoluto rilievo e firmando pure degli scratch. Col numero 19 ci sarà il debuttante Andrea Bonomi navigato dal locale Andy Doig (Morgan Plus 8), Alessandro Carlo Bonomi, che non ha ancora comunicato il nome del navigatore, avrà sulle fiancate il numero 20. Anche lui in gara con una Morgan.