Rally delle Valli Cuneesi, aprono le iscrizioni

Iscrizioni dal 28 marzo al 23 aprile per il 24° rally delle Valli Cuneesi che si svolgerà a Dronero e dintorni il 27 e 28 aprile. Un’edizione speciale, per la gara organizzata come sempre dello Sport Rally Team di Carmagnola, guidato da Piero Capello. Non più settembrina ma insolitamente primaverile, la competizione aprirà quest’anno la serie della Coppa Italia Rally 2018 in Prima Zona, il campionato regionale firmato Aci Sport articolato su quattro date (seguiranno Alba, Lanterna e Rubinetto).

Forti della riuscita esperienza dell’anno scorso, i 4 organizzatori si sono di nuovo “federati” e hanno dato vita al Trofeo Pirelli, un montepremi congiunto reso possibile dalla sponsorizzazione dell’importante Casa italiana del ramo pneumatici, il cui supporto consente di mettere in palio un insieme di premi, anche in denaro, il cui valore globale supera i 60mila euro.

Le gare di Dronero saranno in realtà due. Prima delle vetture moderne, infatti, il pubblico vedrà lo scorrere delle veterane, in gara nel 11° rally storico del Cuneese, una competizione a sé dedicata ad automobili da rally costruite entro il 1989.

Una delle chicche dell’edizione 2018 sarà, poi, la partecipazione straordinaria della città di Saluzzo, che ne ospiterà un allegro preludio.

Il Valli Cuneesi “Memorial Johnny Cornaglia” continuerà a svolgersi sulle consuete strade occitane della Granda, con l'effettuazione di 3 tratti cronometrati per un totale di 7 prove speciali. In cifre, 86 km cronometrati su un percorso totale di 400 circa. I tratti competitivi 2018: Montemale (km 11,5) da ripetere tre volte, Valmala (circa 20 km) e Brondello (7 km), ognuna da effettuare due volte. Invece, a riposo per un anno, una “classica” della gara, la Madonna del Colletto.  

Verifiche e test preliminari venerdì 27 aprile. Nella stessa serata, grande novità, la passerella non competitiva nella bellissima Saluzzo: una “escursione” che avvicinerà la carovana del rally ai territori attraversati, vetrina promozionale e nello stesso tempo grande festa di piazza. L’iniziativa, in programma dal tramonto di venerdì 27 aprile, sarà una finestra non competitiva ideata dall’organizzazione con la piena collaborazione delle autorità cittadine per avvicinare il grande pubblico alla disciplina dei rally. Avrà luogo nel cuore del centro storico, all’ombra del monumento a Silvio Pellico (in piazza Liderico Vineis): uno dei salotti cittadini, che, reso pedonale per l’occasione, si aprirà alle vetture storiche e moderne, da esposizione in assetto statico, e pure da gara.

Qui infatti confluirà, a partire dalle 19,30 circa, una selezione di equipaggi partiti un’oretta prima, a un minuto l’uno dall’altro, da Dronero, situata circa 30 km più a sud. Ad accoglierli, la festa, un rinfresco, musica, un palco appositamente allestito, con la possibilità per il pubblico di avvicinare direttamente i piloti e le macchine. Ognuno dei concorrenti si fermerà una mezzora. Poi via di nuovo verso Dronero, per il riordino notturno (ingresso della prima vettura ore 20,51). Nel rientro al quartier generale la carovana toccherà Brondello transitando sulla prova speciale che le vetture  affronteranno la mattina seguente.

Il vero e proprio start agonistico sarà infatti il sabato 28 (partenza alle 7.30), con la serie di prove speciali e arrivo verso le 19, sempre a Dronero. Assistenza nella collaudata area di Villar San Costanzo, riordini a Dronero e Rossana.

Nel 2017 vinse l'equipaggio cuneese formato da Alessandro Gino e Marco Ravera su Ford Fiesta Wrc.